wellcome to Ruinas

 


Il calore estivo non è molto forte, non lo è neppure il freddo, ove non soffi dalla parte del borea.
La neve non è rara nell’inverno, ma non molto durevole.

L’aria è salubre, e se ha impurità proviene questa dalle immondezze e da’ letamai. Nella valle di levante non mancano ne’ tempi dell’intemperie, ma non sorgon tanto i miasmi da mescolarsi nell’ambiente del paese.

Le vie dell’abitato sono irregolarissime, ma senza grandi fanghi nell’inverno, perché il suolo è roccia.
Le case hanno quasi tutte il cortile davanti e un orticello da dietro: ne’ cortili resta ammucchiato il letame che non vien l’ora di spargerlo sugli orti.

La superficie del territorio de’ Ruinesi è di circa 20 miglia quadrate, e comprende una parte del Grighine.

Le fonti non sono in gran numero nella eminenza dov’è il paese, ma molto frequenti nel fianco del Grighine.
Le più notevoli sono le denominate di S. Teodoro in distanza del paese di mezzo miglio, quanto pure distano quelle di Bolta Corongia e di Abbadda, 
dopo queste Funtani ‘e figus e sa Meliana, 
su
Lioi, de Raduzana, 
de Cannas, de Crucuri, 
lontane le due prime di minuti 15, la terza di 30, la quarta di 45, la quinta di 1 ora, l’ultima di 1 ora e mezza. I popolani si servono della 1° andando a prenderla con disagio. L’acqua de’ pozzi del paese non è potabile.

La valle di levante è bagnata dal fiume Imbessu, 
che porta le acque delle fonti boreali della Giara in tributo all’Arascisi, che è uno de’ principalissimi rami del Tirso. 
La Confluenza si effettua al greco del paese a poco meno d’un miglio e mezzo.
Il rio Imbessu e l’Arascisi separano il territorio dei Ruinesi da quello di Allai , Samugheo ecc.

 

Trascrizione e impaginazione in html di Filomena Murgia e di Gloria Corona


Sommario 
ed argomenti

HOME PAGE                    
scheda Ruinas

STORIA                           
L'incendio dell'83
a cura di Giuseppe Tatti 

MUSICA                           
Il meeting musicale di agosto (di Daniele Secci e Paolo Sanna)

FOTOGRAFIE                    
Foto di Daniele 
presentate da Stefano Saderi

Racconti sull'antica quotidianità 
di Gloria Corona

Visitiamo insieme Ruinas
foto di Bruno Portoghese

Note tecniche del webmaster:

    La collaborazione dei ragazzi di Ruinas nella realizzazione di questo sito, è stata degna della considerazione che meritava il progetto Sardegna 2000.

    Ognuno ha contribuito ad ottenere un prodotto sincero,  sì verace, ma  quasi professionale scrivendo dei temi personali, commenti alle foto, trascrizione di testi, acquisizione immagini da scanner da loro stessi procurate, con relativo fotoritocco, fino ad arrivare a modificare alcune pagine intervenendo direttamente sul sorgente html.

   Il mio giudizio sul loro operato non può che essere ottimo.

 

 


Il meeting musicale
di agosto (di Daniele Secci e Paolo Sanna)


Racconti sulla antica quotidianità  
raccolta di foto antiche commentate da Gloria Corona

I protagonisti
chi sono i collaboratori nella realizzazione del sito web?